icon-iso-analytics

Ti interessa aumentare le conversioni con Virtual Photographer?

Sì, voglio ottenere più vendite

La Guida Definitiva 2021 alle immagini dei prodotti per l'eCommerce

È difficile enfatizzare l'importanza dei contenuti visivi su un sito web di eCommerce. Ai giorni nostri, l'iconografia dei prodotti è qualcosa che va al di là di una semplice foto. Comprende infatti formati più avanzati come video, elementi 3D interattivi,, e realtà aumentata, e richiede il lavoro che prima veniva svolto dai prodotti fisici: aiutare gli acquirenti a decidere se acquistare o meno il prodotto proposto.

The Ultimate eCommerce Product Image Guide for 2020

 

Con il progressivo aumento del tempo trascorso dai consumatori su piattaforme principalmente visive come Instagram e Snapchat, i professionisti dell'eCommerce si sono sforzati per rimanere al passo rendendo visive le pagine dei loro prodotti, e con validi motivi. La fotografia professionale è costosa; gli store di eCommerce, per beneficiare di un ROI positivo da ingenti investimenti nella fotografia, dovrebbero sperimentare significativi aumenti nelle vendite. Questa guida offre numerosi consigli utili su come pensare al ROI della tradizionale fotografia dei prodotti se è ciò che stai valutando.

Ma contiene anche standard e avanzamenti per aiutare qualsiasi attività a prosperare in questaeconomia visiva .

Nella nostra guida definitiva 2021 all'immagine dei prodotti per l'eCommerce passeremo in rassegna questi standard, riveleremo i "superpoteri nascosti" dell'iconografia dei prodotti e parleremo dei costi da affrontare quando non si investe nella migliore esperienza visiva possibile.

 

3 Standard dell'Immagine dei Prodotti per l'eCommerce da Considerare nel 2021 

Innanzitutto, osserviamo come puoi ottenere il massimo risultato dal tuo investimento nell'iconografia del prodotto avvalendoti di uno di questi standard o più.

 

 

1)Le foto di grandi dimensioni comportano un tasso di conversione più elevato

In generale, il concetto di "più ce n'è, meglio è" è applicabile all'iconografia dei prodotti nell'eCommerce:

  • Le foto di grandi dimensioni comportano un tasso di conversione più elevato rispetto a quelle di piccole dimensioni. Secondo uno studio, un aumento del 28% nelle dimensioni dell'immagine ha portato ad un aumento del 63% nelle conversioni. I risultati esatti varieranno ma in generale, sono preferibili le grandi dimensioni. Detto ciò, ti converrà anche assicurarti di utilizzare un tipo di file ottimale (ad esempio, JPG, PNG o GIF) e di mantenere le dimensioni compatte per ridurre al minimo il tempo di caricamento.

    Le immagini di qualità superiore offrono una conversione maggiore rispetto a quelle di qualità inferiore. Secondo uno studio del 2007, la probabilità di conversione degli acquirenti è di tre volte maggiore su siti web che includano immagini ad alta qualità (inclusa la possibilità di ingrandimento per vedere un prodotto da vicino) rispetto ai siti con immagini di qualità inferiore. Secondo uno studio più recente, le immagini di qualità superiore hanno contribuito a creare fiducia tra gli acquirenti online.

    I tassi di conversione aumentano con il numero di immagini di un prodotto. In uno studio su migliaia di annunci di eBay, i ricercatori hanno scoperto che passando da zero immagini a un'immagine i tassi di conversione sono raddoppiati, raddoppiando nuovamente al passaggio da una a due immagini.

 

In linea di massima tutto ciò è fantastico, ma per i professionisti dell'eCommerce che cercano di migliorare le prestazioni del loro sito web è importante capire la scienza che si cela dietro questi aspetti.


Secondo uno studio, un aumento del 28% nelle dimensioni dell'immagine ha portato ad un aumento del 63% nelle conversioni.


Innanzitutto, è di fondamentale importanza prestare attenzione alla qualità. Secondo lo studio su eBay, gli acquirenti considerano la qualità delle immagini dei prodotti come indice della qualità degli stessi prodotti che stanno osservando. Mentre le immagini dei prodotti di alta qualità attirano l'attenzione degli acquirenti e migliorano la loro fiducia, le immagini di bassa qualità causano l'effetto opposto, riducendo la fiducia degli acquirenti nel tuo marchio.

Per quanto riguarda la quantità, dallo studio su eBay è anche emerso che, oltre il marchio a due immagini, l'aggiunta di altre immagini porta generalmente a un aumento dei tassi di conversione.

Quindi le aziende dell'eCommerce devono affrontare la sfida di realizzare un catalogo con una serie di ottime foto per ogni articolo senza sforare eccessivamente il loro budget. Ma prima di arrivare a soluzioni in linea con il budget, aggiungiamo un'altra dritta.

 

2) Puntare sull'interattività.

Un tempo era assolutamente accettabile pubblicare sui siti di eCommerce immagini statiche dei prodotti. Ma con l'aumento della velocità di trasmissione dei dati e con i clienti che si abituano a relazionarsi con forme di contenuti visivi più coinvolgenti durante gli acquisti online, le aspettative sono cambiate.

Oggi, la maggior parte degli acquirenti si aspetta un'esperienza utente interattiva. Gli acquirenti vogliono la possibilità di maneggiare le immagini dei prodotti; ingrandire e ruotare un'immagine per vedere un prodotto da diverse angolazioni; cliccare su un nuovo campione colore e visualizzare immediatamente il prodotto in una tonalità diversa.

E quando possono utilizzare queste funzionalità, la loro fiducia nei marchi aumenta. Secondo uno studio pubblicato sull'International Journal of Internet Marketing and Advertising, più aumentano le possibilità di interazione virtuale tra il cliente e il prodotto (es.: ingrandimento o rotazione), più aumenta la fiducia nel venditore.  

La capacità di esercitare il "controllo grafico" (es.: cambiando il colore di un prodotto) determina anche una maggiore fiducia dei clienti, che, a sua volta, può aumentare le conversioni.

 

3) UsareVirtual Photographer.

La sfida è ovviamente la creazione di contenuti visivi in scala di alta qualità senza spendere importi tali da annullare il beneficio dei migliori tassi di conversione. O comunque, questa era la sfida nei giorni in cui non c'erano alternative ai costosi servizi fotografici.

Oggi, i professionisti dell'eCommerce possono sfruttare la potenza della fotografia virtuale, come Virtual Photographer, di Threekit, per realizzare immagini fotografiche realistiche ad alta risoluzione dei prodotti da tutte le angolazioni senza mai spedire i prodotti in uno studio né doversi preoccupare dell'illuminazione, fare avanti e indietro con i fotografi , o comunque avere a che fare con gli impicci della fotografia.

Infatti, poiché la fotografia virtuale genera immagini dai CAD e dagli altri file di informazione, è possibile realizzare foto dei prodotti di alta qualità per un sito web persino prima di realizzare il prodotto.

Questo aspetto comporta profonde implicazioni per i professionisti del business online. Con il solo file di realizzazione dei tuoi prodotti è possibile...

· Generare immagini ad alta risoluzione da qualsiasi angolazione desiderata.

· Regolare l'illuminazione, gli sfondi e i riflessi in tempo reale.

· Generare fino a 10.000 foto al giorno.

 

axis-ii-2-piece-sectional-sofa

L'immagine di un divano creata con Virtual Photographer

Entro una settimana, puoi avere le foto per completare il tuo catalogo. All'inizio di una nuova stagione puoi aggiornare le tue foto in soli due giorni. E poiché elimini i costi legati all'allestimento di uno studio fotografico, pagherai solo 1/1000 di ciò che avresti pagato per raggiungere lo stesso risultato attraverso la fotografia tradizionale.

E quando approfitti della piattaforma Threekit, puoi anche creare altri tipi di contenuti visivi, incluso il 3D interattivo, che offrono ai potenziali clienti quelle esperienze quasi tattili decisive per instaurare la fiducia.

 

 

Il Superpotere Segreto dell'Iconografia dei Prodotti; la Validazione della Domanda

Non sono necessarie indagini online approfondite per scoprire il livello di insoddisfazione che grava sulle tasche dell'abbigliamento femminile. Uno studio informale pubblicato lo scorso anno ha confermato ciò che chi indossa abbigliamento femminile sa già da tanto tempo: le tasche degli indumenti da donna, quando presenti, sono troppo piccole e pertanto meno funzionali rispetto a quelle degli indumenti maschili.

Consideriamo poi le modalità dei motori di ricerca: ogni mese migliaia di persone ricercano su Google varianti della frase "vestiti con tasche", mentre altre migliaia ricercano "leggings con tasche".

Evidentemente, si tratta di una necessità. Ma l'abbigliamento femminile con tasche funzionali è ancora fastidiosamente difficile da trovare.

Perché? Una possibile spiegazione? Offrire qualcosa di nuovo è rischioso, nonostante la richiesta evidente. Questo perché le tasche negli indumenti femminili sono (per qualche motivo) un concetto relativamente non collaudato e i rivenditori non sanno ancora quali saranno i modelli e le conformazioni che le acquirenti apprezzeranno di più. E non hanno modo di scoprirlo se non investendo in una linea di abiti effettivamente provvisti di tasche.

O meglio, non avevano modo di scoprirlo prima che l'avvento della fotografia digitale e del software di personalizzazione dei prodotti consentisse di testare la domanda del cliente senza fabbricare concretamente alcun articolo.

 


Più i clienti possono interagire virtualmente con un prodotto (ad esempio, con ingrandimento e rotazione), più si fidano del suo venditore.


 

Come Virtual Photography consente ai rivenditori di eseguire la validazione dei prodotti in tempo reale

Con il software di fotografia virtuale, i negozi online possono collaudare la domanda di prodotti degli utenti prima di fabbricarli effettivamente, cioè testarne il concept, e quindi realizzare solo i prodotti con comprovata domanda.

Ciò è possibile perché la fotografia virtuale genera immagini fotorealistiche da un modello 3D ed effetti generati dal software, di conseguenza non sono necessari prodotti concreti.

Ecco cosa potrebbe accadere a livello pratico:

· Un marchio di abbigliamento progetta cinque varianti di un abito con tasche.

· Il marchio genera i modelli 3D di questi indumenti e utilizza un fotografo virtuale per generare decine (o anche centinaia) di immagini fotorealistiche.

· Il marchio utilizza queste immagini negli annunci e traccia i click e gli ordini.

· Il marchio produce solo quelle versioni dell'abito che generano una domanda significativa da parte dei clienti.

Ma la fotografia virtuale non è l'unico modoper gestire la validazione dei prodotti. Il software di personalizzazione dei prodotti come il 3D interattivo offre anche opportunità molto interessanti.

 

Come il 3D interattivo consente ai rivenditori di valutare la domanda dei consumatori.

 

Il 3D interattivo è un modo molto efficace per vendere i prodotti configurabili ai clienti perché consente loro di vedere i propri prodotti personalizzati in tre dimensioni e in tempo reale.

I rivenditori interessati a testare il concept dei modelli con tasche potrebbero, ad esempio, progettare tasche di cinque forme e dimensioni, quindi lasciare che gli acquirenti configurino gli abiti con queste opzioni. Con un configuratore di prodotto che dispone di funzionalità 3D interattive, gli acquirenti sono in grado di ingrandire e ruotare le configurazioni che hanno creato esattamente come farebbero con un abito reale in un negozio fisico.

In questo modo gli acquirenti hanno l'opportunità di esprimere un parere sul tipo di tasche da applicare ai propri indumenti.

Stabilendo i rapporti giusti con i fornitori e i produttori, i rivenditori potrebbero anche ordinare indumenti provvisti di tasche solo su richiesta, con la certezza di non immagazzinare prodotti flop che causano spreco di denaro, anche in categorie nuove.

 

 

Sfruttare la Potenza del Retail Diretto dal Cliente

Naturalmente, introdurre le tasche nella moda femminile non è l'unico modo per sfruttare il potere della fotografia virtuale e del software di personalizzazione. L'industria della moda trae particolare vantaggio da un software in grado di colmare il divario tra design dei prodotti e desideri dei clienti.

Consideriamo, ad esempio, due recenti casi in cui i brand della moda non riuscivano a tenere il passo con la domanda degli utenti dopo che alcuni articoli di abbigliamento "erano diventati virali" sui social media e oltre. Il primo caso si è verificato questa primavera, quando la seconda stagione della serie inglese in streaming Fleabag è arrivata agli spettatori americani: l'outfit più iconico del protagonista (una tuta nera) è andato esaurito quasi immediatamente presso vari rivenditori.

Poi, durante l'estate, è toccato a un abito di Zara diventarevirale , raggiungere una popolarità tale da ispirare un account Instagram tutto suo.

zara viral dressThese trends illustrate two important points about fashion retail:

1.Queste tendenze mettono in luce due punti importanti sull'abbigliamento al dettaglio:

2. Quando i rivenditori al dettaglio sbagliano le previsioni, possono perdere sia potenziali ricavi (dagli ordini che non sono in grado di soddisfare) sia denaro sotto forma di merce che non riescono a vendere.

Ma grazie agli elementi visivi generati dal computer, i rivenditori non devono investire in merci effettive per venderle sul proprio sito web. Poiché la fotografia virtuale e il 3D interattivo consentono di generare immagini ad alta qualità prima che la merce venga effettivamente prodotta, i rivenditori lasceranno alla domanda del cliente il compito di determinare cosa ordinare dal produttore. In questo modo possono eseguire la validazione del prodotto in tempo reale.

Indubbiamente, permettere ai clienti di ordinare articoli che non sono ancora stati realizzati potrebbe rallentare la consegna degli stessi. Ma ci sono modi per risolvere questa sfida: il beta test delle nuove linee per valutare l'interesse potrebbe offrire ai clienti un'anteprima in cambio di tempi di attesa più lunghi, ad esempio. I risultati potrebbero informare i piani di produzione più estesi.

 

3 3 Vantaggi dell'Uso degli Elementi Visivi come Strumento di Validazione del Prodotto

Che tu stia testando gli abiti con le tasche, un nuovo modello di divano o qualcosa di completamente diverso, il test del concept con gli elementi visivi creati tramite la fotografia virtuale può offrirti tre vantaggi fondamentali rispetto alle alternative di test del concept:

1. Risparmio sui costi: la fotografia virtuale ti consente di creare le immagini dei prodotti prima che siano realizzati, di conseguenza non devi produrre nessun articolo finché non sai di poterlo vendere. In questo modo è possibile risparmiare denaro evitando di investire in prodotti che non ottengono buoni risultati sul mercato.

2. Status di innovatore sul mercato: ricercando proattivamente l'input dei clienti e rispondendo a questo input mediante l'offerta di ciò che il cliente vuole, il tuo marchio può affermarsi come leader di mercato in termini di esperienza cliente. Grazie ai risparmi che otterrai dal miglioramento del test del concept, potrai raggiungere questo status rimanendo comunque accessibile al mercato di massa se questo aspetto è importante per il tuo brand.

3. Maggiore flessibilità d'innovazione: non essendo vincolato ai programmi della produzione e ai budget del tradizionale test del concept, puoi collaudare e ripetere progetti innovativi in modo più rapido, ed essere presente sul mercato quando c'è domanda.

 


Sei curioso di sapere come i contenuti visivi generati dal computer possono aiutare il tuo brand?

Installa una demo


 

I costi nascosti di una scarsa iconografia del prodotto

Dopo avere parlato di come e perché un'ottima iconografia del prodotto si autofinanzi restituendo un ROI elevato, dobbiamo considerare l'aspetto opposto: quanto costa alle aziende l'eventualità di una grafica non soddisfacente?

Quando i marchi si affidano a immagini del prodotto di cattiva qualità (o insufficienti a livello quantitativo), vanno incontro a tre spese principali:

 

 

1) Resi sui prodotti

In media i tassi di reso per gli articoli online si aggirano intorno al 30%. I resi per gli articoli di abbigliamento si avvicinano al 40%. E con i resi, le perdite per i brand superano anche i ricavi in quanto devono sostenere costi di spedizione aggiuntivi e, all'occorrenza, non possono rivendere l'articolo al prezzo originale. Nell'eCommerce, il reso dei prodotti è un fenomeno talmente probabile che sono nate aziende come Optoro, proprio per gestire tale prassi e aiutare le altre aziende a recuperare le perdite dovute a questi resi. Ma si tratta più di una pratica di mitigazione che di una soluzione.

Reducing product returns with imagery

 

Un approccio più saggio che tutte le parti potrebbero adottare è trattare la causa della malattia invece dei sintomi. E il fatto che il 64,2% degli acquirenti online segnali di effettuare un reso quando "gli articoli non corrispondono alla descrizione o alle aspettative"” suggerisce che la scarsità di dettagli del prodotto sia una causa del problema. Se gli acquirenti avessero una maggiore cognizione di ciò che stanno acquistando, sarebbero meno propensi a effettuare il reso.

L'ottimizzazione dell'immagine potrebbe offrire un notevole aiuto nell'allineare le aspettative sui prodotti e garantire che l'acquirente ottenga esattamente ciò che desidera. Oltre a fornire almeno otto immagini dei prodotti,, i brand possono avvalersi del 3D interattivo per consentire ai clienti di ingrandire, ruotare e visualizzare ogni dettaglio del prodotto.

 

2) Recensioni sul Sito

Le recensioni dei consumatori influenzano gli acquisti di eCommerce come non mai.

  • Il 90% degli intervistati che ricordavano di avere letto le recensioni online, hanno dichiarato che le loro decisioni di acquisto sono state influenzate dalle recensioni online positive, mentre l'86% ha affermato di essere stato influenzato dalle recensioni online negative.
  • Quattro consumatori su cinque hanno cambiato idea su un acquisto raccomandato dopo aver letto recensioni online negative.
  • L'82% dei consumatori ha letto una recensione del prodotto prima di acquistare un articolo online.

Ma non basta aspettarsi che i clienti cerchino su Internet recensioni autentiche: il modo migliore per guidare gli acquisti sul sito è offrire la recensione insieme alle informazioni del prodotto. E questa integrazione non è gratuita. I brand devono "acquistare" la credibilità di un terzo fornitore di recensioni come BazaarVoice o Power Reviews al fine di offrire un vero valore aggiunto.

Detto ciò, poiché le recensioni sono finalizzate a infondere negli utenti la fiducia necessaria per effettuare l'acquisto nel caso in cui sentano di non comprendere pienamente tutto quello che vogliono sapere sul prodotto, migliori elementi visivi possono eliminare o ridurre questa necessità.

 


Quattro consumatori su cinque hanno cambiato idea su un acquisto raccomandato dopo aver letto recensioni online negative.


 

3) Assistenza Clienti 24/7

Gli acquirenti dell'eCommerce acquistano 24 ore su 24. Se non sono disponibili dettagli sul prodotto sufficienti per concludere la vendita, serve una persona (o qualche "bot") che colmi questa lacuna.

Il servizio clienti dal vivo può rappresentare una bella fetta del budget delle risorse umane. E sebbene negliStati Uniti più di 6 consumatori su 10 dichiarino di ricorrere a uno strumento di self-service digitale (come un sito web, un'app mobile, un sistema di risposta vocale o una chat online) come canale di riferimento per le semplici richieste di informazioni sui prodotti, anche questi servizi hanno costi di implementazione e manutenzione.

Elementi visivi del prodotto chiari e immersivi insieme a descrizioni di alta qualità possono contribuire in modo significativo a fornire dettagli sufficienti sul prodotto, riducendo, di conseguenza, la necessità di ricevere rassicurazioni 24/7 dall'assistenza clienti.

Inoltre, l'aggiunta di alt text e alt tag può ampliare ulteriormente il tuo pubblico di destinazione, aumentare l'accessibilità al tuo sito e contribuire a migliorare il SEO delle tue immagini.

Creare un'esperienza visiva eccellente per il cliente tale da soddisfare le esigenze di tutti gli acquirenti non è un'impresa facile né economica. Ma anche se l'investimento iniziale richiesto è probabilmente un po' più cospicuo, continua a offrire costantemente vantaggi ed è pensato per aumentare le vendite riducendo al contempo i costi.

Mentre elabori le strategie per il tuo budget 2021, accertati di tener presente il potenziale ROI di una migliore iconografia del prodotto. Investire oggi potrebbe permetterti di anticipare la concorrenza a breve, consentendoti di continuare a mantenere la leadership durante l'evoluzione del tuo brand.

Threekit è un software di visualizzazione dei prodotti che crea immagini fotorealisticheed esperienze interattive in 3D e in realtà aumentata che aiutano le imprese a vendere di più. Per saperne di più, ti invitiamo a programmare una demo con uno dei membri del nostro team.

ROI of 3D and AR_Threekit-1-thumb

Scarica il nostro eBook

Scopri quando è ora di digitalizzare la fotografia del tuo eCommerce e come automatizzare le immagini con la nostra guida.